Friedrich

Sappiamo che era molto intelligente, educato e possedeva un'ottima cultura (conosceva almeno quattro Friedrich lingue: inglese, francese, italiano, oltre ovviamente al tedesco). Succede infatti che in una giornata particolare, in cui il professore aveva la luna più storta che in altre e in un momento in cui gli allievi si dimostrano più disattenti del solito, li obbliga, a mo' di esercizio punitivo, a calcolare la somma dei 100 primi numeri: 1+2+3+. Arrivato all'età di dieci anni, viene dunque ammesso alle lezioni di aritmetica dell'autorità locale in materia: l'ormai dimenticato Buttner. Figlio di un pastore protestante, il piccolo Friedrich viene cresciuto in un'atmosfera carica di sentimento religioso, seppur stemperato dalla mitezza tipica dell'approccio riformato. Con il Don Carlos abbandona la prosa per la pentapodia giambica, tipologia metrica utilizzata in diverse tragedie greche antiche. Inizia poi la grande stagione dei capolavori di Schiller: nel 1800 scrive "Maria Stuarda", nel 1801 "La pulzella d'Orleans", nel 1803 "La Sposa di Messina" e nel 1804 il "Guglielmo Tell". Giuseppe Ungaretti scrive "Mattina", una delle sue più belle e note poesie. A questa critica demistificatrice si oppone l'idea nietzschiana del "superuomo", cioè della tensione verso un oltre-uomo che è la volontà di creare un nuovo modo di essere in cui si esprime pienamente la "volontà di potenza", e cioè la creatività dell'io, di là dal convenzionalismo morale e sociale cui è ora sottoposto, codificato in imperativi religioso-sociali. Si possono citare ancora tanti altri contributi fondamentali di Gauss: alla teoria delle probabilità (con la cosiddetta "curva gaussiana"), alla geometria (geodetiche, "teorema egregium"), ad altri studi ancora. Quanto alla sua idea del superuomo, inteso come il giusto trionfatore di una massa di deboli o schiavi, va senza dubbio corretta: Friedrich Nietzsche non fu l'estensore d'un vangelo della violenza, ma intese porre le condizioni di sviluppo d'una civiltà e di un'idea dell'uomo radicalmente rinnovate. Figlio di un ufficiale dell'esercito, studia legge e medicina per poi entrare al servizio del duca del Württemberg. Lo "Sturm und Drang" contribuirà assieme al Neoclassicismo alla nascita del Romanticismo tedesco. In pratica, è una specie di Mozart della matematica. Nel 1793 Schiller scrive la "Storia della guerra dei Trent'anni".  Dopo la sua morte il suo lavoro di pittore, noto per altro solo nella ristretta cerchia di amici eparenti di Dresda, venne dimenticato. Infatti, si dedicò anche ad uno studio accurato dei mercati finanziari fino a guadagnare una fortuna personale considerevole. I primi lavori di Fredrich sono acquarelli seppia con vedute di parchi, pittoreschi giardini all'inglese, molti autoritratti e ritratti di familiaria penna o a matita, passando Friedrich all'uso dell'olio nel 1807. Nietzsche divenne così il filosofo della crisi, il fondatore d'un modo di pensare nuovo. Infine, è curioso segnalare che il matematico ebbe l'idea di applicare il suo ingegno anche all'economia, questa volta non per soli e nobili fini scientifici ma anche per giustificati fini. Nel 1835, dopo aver superato un grave ictus, Caspar David Friedrich ritorn alla sua seppie di piccole dimensioni e mor a Dresda, artistasconosciuto, il 7 maggio 1840.    Haendel ha finito inevitabilmente per risentire delle inclinazioni intellettuali del nostro secolo, pi disposto ad apprezzare l'arte cerebrale e problematica di Bach che quella comunicativa, spontanea ed ottimistica del nostro autore (D. Il suo esordio come autore teatrale avviene nel 1782 al teatro nazionale di Mannheim con la fortunata rappresentazione della tragedia "I masnadieri" (pubblicata l'anno prima). Per intercessione di Goethe nel 1789 gli viene affidata la cattedra di Storia e Filosofia di Jena.   La grandezza della produzione oratoriale certamente un fatto indiscutibile, come indiscutibile la suggestiva bellezza delle sue opere strumentali. Rimane un mistero di come Gauss sia riuscito a realizzare la somma in maniera così rapida. Biografia • Friedrich Classici drammi umaniJohann Christoph Friedrich von Schiller, poeta, drammaturgo e storico, nasce a Marbach am Neckar (Germania) il 10 novembre 1759. La legge scopre insomma che esse agisce una forza che dipende dalle cariche e dalla distanza a cui si Friedrich trovano. Di Schiller, Nietzsche avrà modo di dire: "Schiller, come altri artisti tedeschi, credeva che, avendo spirito, si potesse anche improvvisare con la penna su ogni sorta di argomenti difficili. Ai Masnadieri seguono le tragedie in prosa "La congiura di Fiesco a Genova" e "Intrigo e amore", entrambe rappresentate nel 1784. Schiller si allontana senza autorizzazione dal ducato in occasione della rappresentazione e conseguentemente viene arrestato: gli viene inoltre vietato di comporre altri drammi di spirito sovversivo. Oltre ad offrire un valido supporto di carattere informativo sulla patologia e le Associazioni di maggior riferimento, e' mio intento promuovere e favorire contatti e forum di discussione. Dopo aver studiato presso l'Accademia di Copenaghen in Danimarca, la pi importante accademia dell'Europa settentrionale ed ha tra i suoi insegnanti Nikolaj Abraham Abildgaard e Christian August Lorentzen che hanno una grande influenza su di lui. Febbricitante per le nuove scoperte culturali, scrive poesie e compone musica, mentre la sua famiglia, senza mai un attimo di pace, si trasferisce in un'altra casa di Naumburg. Nel 1801, all'età di 24 anni, presenta il suo lavoro "Disquisitiones Arithmeticae" che si rileva subito come un dei contributi più importanti alla teoria dei numeri e un veroclassico nel campo della matematica. Lo sforzo del duca viene brillantemente compensato qualche anno dopo. Se il severo genitore di Händel, che ricopriva contemporaneamente le cariche di medico e di stimato barbiere al servizio del duca di Sassonia nella cittadina di Halle, in Germania, l'avesse avuta vinta, il giovane George Friderich sarebbe divenuto probabilmente avvocato, invece che uno dei massimi compositori del XVIII secolo. E' grazie a queste composizioni che Handel ha superato indenne il mutare delle mode, che avevano ben presto relegato le sue opere teatrali e quelle strumentali nel dimenticatoio: a differenza di tanti altri compositori dell'epoca barocca, egli non mai stato dimenticato perch le sue composizioni oratoriali continuarono ad essere apprezzate in Inghilterra e nei paesi anglosassoni anche dopo la sua morte e nel corso dei secoli. Occorre sbarazzarsi del cattivo gusto di voler andare d'accordo con tutti. Straordinario signore della musica, Handel ha profuso nelle sue opere i tesori di un'invenzione melodica di stupefacente ricchezza; drammaturgo di eccezionale talento, ha creato personaggi che restano figure vive, Friedrich palpitanti, indimenticabili (D. Chi ha assistito o ascoltato i suoi grandi lavori teatrali sa bene quali eccezionali sorprese musicali essi riservano. Morto il padre nel 1848, la madre si vede costretta a trasferirsi a Naumburg, cittadina dove poteva contare sull'aiuto di numerosi parenti. Fu anche molto sensibile alla condizione dei pi sfortunati: si occup del mantenimento di numerosi orfani e fu sensibile ai problemi dei carcerati, molti dei quali ottennero la libert grazie al suo impegno. A soli tre anni, infatti, Friedrich parla, legge ed è in grado anche di scrivere qualcosa. Dopo un breve soggiorno a Berlino, nell'ottobre 1798 si stabilisce a Dresda, sede di una celebre pinacoteca, dove trascorre intere giornate adammirare le opere di Jacob van Ruisdael e di Nicolas Poussin. Ma Handel fu, e volle essere, soprattutto un'operista. Biografia • Volontà di potenzaGigantesca figura di pensatore che ha condizionato il corso di gran parte dell'Ottocento e sicuramente di tutto il Novecento, Friedrich Wilhelm Nietzsche nasce il 15 ottobre 1844 in un piccolo villaggio della Sassonia prussiana.     Friedrich   Oltre che con l'opera, che Handel pratic per quasi quarant'anni, egli si distinse negli anni della maturit, per un genere di sua invenzione: l'oratorio Friedrich in lingua inglese. Un giorno, infatti, il duca in persona udì casualmente il piccolo Friedrich bambino suonare l'organo di una chiesa, e ne rimase tanto favorevolmente impressionato che indusse padre Haendel, assai restio a considerare una carriera musicale per il figlio, a concedere al ragazzo di seguire la sua vocazione musicale e a farlo guidare da un insegnante. Da sempre terribilmente sofferente di ogni genere di malattie, Nietzsche muore il 25 agosto del 1900 dopo una lenta agonia che ha contemplato negli ultimi anni anche l'insorgere della pazzia. Questa liberazione di energie compresse dell'uomo e la critica radicale d'ogni etica e d'ogni rappresentazione del mondo tradizionali ebbero notevole influenza sulla letteratura di fine secolo e oltre. L'opera mette in scena le avventure di un fuorilegge idealista in rivolta contro una società ingiusta e crudele. Evade dalla prigione e per tutto il decennio seguente vive clandestinamente in varie città tedesche, spostandosi da Mannheim e Lipsia fino a Friedrich Dresda e Weimar. Trova quella che sarà poi definita "legge di Gauss", ossia la formula che dice la parola fondante su quello che è necessario sapere sull'interazione tra due cariche elettriche statiche. Handel raggiunse un tale grado di celebrit da essere onorato in vita, unico fra i compositori, con una statua eretta nel 1738 a Londra nei Vauxhall Gardens e la sua popolarit non declin affatto dopo la morte. Caspar David Friedrich, il pi grande pittore romantico tedesco e uno dei geni pi originalinella storia della pittura di paesaggio, nasce a Greifswald sulla costa baltica il 5 settembre 1774, allora svedese. Tra le sue letture giovanili si annoverano Byron, Holderlin, Emerson, Sterne, Goethe, Feuerbach. Nietzsche infatti contesta duramente gli ideali positivisti e Friedrich borghesi tipici del suo tempo (è un "inattuale" e ne è perfettamente cosciente), così come la fiducia nel progresso di una società illuminata dal cosiddetto pensiero scientifico. Ma non eccelle solo in quell'ardua disciplina.      Benvenuti nel portale "Guida all'Atassia di Friedreich"La seguente stesura è stata dettata dalla mia personale esperienza e vuole essere un contributo a chi, purtroppo, deve affrontare questo nuovo percorso di vita. Prigioniero di una profonda malinconia risalente agli anni della sua infanzia e fanciullezza funestati da varie morti nell'ambito familiare: la madre,due sorelle ed un fratello, alle giovanili letture romantiche e alla rigorosa educazione, il pittore fa della osservazione della natura una urgentenecessit di esprimere l'inquietudine interiore alla consapevolezza della presenza della morte nelle cose umane e naturali e nel desiderio disuperarla nella speranza dell'immortalit. Naturalmente, le sue doti si rivelano già in giovane età, periodo in cui sbalordisce parenti e amici con una serie di prove di intelligenza precoce. Ed ecco che i suoi saggi in prosa ? sotto ogni riguardo un modello di come non si debbono affrontare questioni scientifiche di estetica e di morale ? e un pericolo per lettori giovani i quali, nella loro ammirazione per il poeta Schiller, non hanno il coraggio di pensar male dello Schiller pensatore e scrittore".